Houdinì Lemokò

regia Francesco Niccolini con Edoardo Mirabella e Diego Draghi

Una scena da teatrino francese inizio Novecento.
La scena è il regno di Houdinì, mago invasato, ciarlatano eppure convinto dei propri poteri magici e soprannaturali. Crede assolutamente a quello che dice, almeno così pare. La consolle è il regno di Lemokò mago assistente, folle di un’altra follia, rispetto al suo padrone: è agitato, fanatico della musica e del ballo, pericoloso, anzi pericolosissimo quando ha in mano oggetti e armi di ogni tipo.

Harry Houdinì è lo pseudonimo di Erik Weiss. Nato a Budapest il 24 Marzo 1874 e morto la notte di Halloween del 1926 a New York. È stato uno dei più famosi illusionisti reso celebre dalle sue fughe impossibili. Era capace di liberarsi da manette,
catene, corde e camicie di forza sotto gli occhi del pubblico.

Spettacolo comico teatrale di magia, con grandi illusioni e postille di giocoleria, per piccoli e medi palchi, teatri,
chapiteaux. Dagli 8 anni.

 

 

 Scarica la Brochure